Iniziare un’impresa sociale?

Oggigiorno sembra che l’impresa sociale sia il nuovo modello di business. La globalizzazione, il cambio demografico, i progressi tecnologici e la crisi economica hanno creato maggiori sfide per le società odierne, rendendo maggiori le difficoltà di trovare un lavoro soprattutto ai giovani e ai NEET Come risultato, si può dire che è oggi necessario emergere con le grandi idee e trovare soluzioni sociali. I giovani oggi sono preoccupati di poter evere un impatto nel mondo col pensiero di guadagnare molto (to make money). La domanda pertanto è:

“Come si può iniziare un’impresa sociale?”

I passi da fare sono specifici. Primo, l’imprenditore sociale deve create un business plan (BP) che si adatti ai bisogni dell’impresa sociale. La pianificazione e l’implementazione del BP giocano un ruolo vitale come linee guida speciali in quanto identificano chiaramente i “goals” dell’impresa sociale e le sue azioni Inoltre, l’impresa sociale deve considerare l’importante questione della strategia di marketing, il fundraising and tutti gli aspetti di business e finanzia correlati.

Partners dalla Macedonia, Grecia, Turchia, Italia, Svezia e Regno Unito hanno aprtecipato al secondo meeting transazionale tra coordinatori del progetto “So-VET – Social entrepreneurship as an alternative for young unemployed” i giorni 25 e 16 Maggio a Tessalonicco. L’incontro è stata una grande opportunità di confronto sullo sviluppo dei moduli formativi che saranno parte del curriculum online del giovane imprenditore sociale. L’impresa sociale, come dice il titolo, può essere un’alternativa alla disoccupazione giovanile. Il grande obiettivo del progetto è di fornire un percorso formativo efficace ed effettivo su temi chiave ed approfondimenti per formare nuove figure del mercato del lavoro, imprenditori sociali che sviluppino impresa sociale in Europa.

2nd Transnational Meeting (Thessaloniki)